Lucignano

Lucignano

Lucignano die Perle des Val di Chiana

EINE Kleine Stadt mit 3472 Einwohnern in der Toskana, in der Provinz Arezzo gelegen.
Sie ist Teil von: Die schönsten Dörfer in Italien

Das Gemeindegebiet und der Hügel, auf dem sich heute die Gemeindehauptstadt befindet, kannte, wie das gesamte Valdichiana, schon in villanovanischer und etruskischer Zeit eine große Bevölkerung. Jahrhundert v. Chr. fiel das Gebiet durch die Eroberung von Silla an Rom. Ein römisches Heer, unter dem Befehl des Konsuls Lucius Licinius Lucullus, machte genau auf dem Hügel, wo sich das Dorf heute befindet, Halt und gründete hier ein Castrum, das zu Ehren des Konsuls in Lucinianum umbenannt wurde.

Die gute geografische Lage machte das Städtchen zu einem Kreuzungspunkt zwischen den Städten Arezzo, Siena und Perugia. In der Tat wollten die drei Städte Lucignano einnehmen, das nach der Zeit der freien Kommune zuerst von Arezzo und dann von Perugia erobert wurde. Die Vergangenheit von Perugia ist noch immer im Stadtwappen sichtbar, das einen geflügelten Greif zeigt (plus einen Stern, um anzuzeigen, dass die Stadt auf einem Hügel liegt).

Der Bedeutungsverlust von Arezzo nach der Niederlage bei Campaldino gegen Florenz (1289) und die fortschreitende Unterwerfung von Perugia unter den Kirchenstaat begünstigten im 14. Jahrhundert Siena, das Lucignano besetzte. Das Zentrum war mit einer bedeutenden Mauer (perfekt erhalten) und mit einem Turm zur Bewachung der Stadt versehen. Die sienesische Kontrolle dauerte bis 1554, als Florenz Siena eroberte und seine Gebiete in Besitz nahm. Wie in allen mediceischen Städten wurde eine Festung gebaut, aber auch die städtische Entwicklung ging weiter, was Lucignano ein typisch spätmittelalterliches Bild gab, das es immer noch hat.

L’area comunale e il colle su cui oggi c’è il capoluogo comunale ha conosciuto un grande popolamento, come tutta la Valdichiana, già in tempi villanoviani ed etruschi. La zona è caduta sotto Roma durante il I secolo a.C., grazie alla conquista da parte di Silla. Un’ armata romana, agli ordini del console Lucio Licinio Lucullo, si è fermata proprio sul colle dove oggi c’è il borgo e qui ha fondato  un castrum che, in onore del console, viene rinominato in Lucinianum.

La buona posizione geografica ha fatto della piccola città un incrocio tra le città di Arezzo, Siena e Perugia. In effetti le tre città volevano prendere Lucignano che, dopo il periodo di libero comune, è stato conquistato prima da Arezzo e poi da Perugia. Il passato perugino è tutt’oggi visibile nello stemma comunale, che è un grifone alato (più una stella, per indicare che la città è in collina).

La perdita di importanza di Arezzo, dopo la sconfitta a Campaldino contro Firenze (1289), e la progressiva sottomissione di Perugia allo Stato Pontificio, hanno favorito nel XIV secolo Siena, che ha occupato Lucignano. Il centro è dotato di una importante cinta muraria (perfettamente conservata) e di una torre a guardia della città. Il controllo senese è durato fino al 1554, quando Firenze ha conquistato  Siena, e ha preso possesso dei suoi territori. Come in tutte le città medicee è stata costruita una Fortezza, ma è continuato anche lo sviluppo urbanistico, che ha dato a Lucignano un immagine tipicamente tardo-medievale che ancora ha.

MONUMENTI E LUOGHI DA VISITARE A LUCIGNANO

– Il Palazzo Pretorio (XII secolo), attualmente è la sede del comune;
– La Chiesa di San Francesco (XIII secolo), di stile gotico, decorata all’interno da pregevoli affreschi di artisti senesi del XIV e XV secolo tra i quali Taddeo di Bartolo e Bartolo di Fredi. Importante è la scena, sulla parete destra della navata, con Il Trionfo della Morte;
– La Rocca Senese (XIV secolo), grande edificio progettato da Bartolo Bartoli e costruito sotto la dominazione senese nel settore nord-est della città;
– La Fortezza Medicea, la cui edificazione è attribuita a Bernardo Puccini;
– La Chiesa di San Giuseppe (1470);
– Il Santuario di Santa Maria della Querce (1568), posto fuori delle mura e attribuito a Giorgio Vasari;
– Il Convento dei Padri Cappuccini (1580);
– La Chiesa della Santissima Annunziata o della Misericordia (1582), decorata in stile rinascimentale;
– La Collegiata di San Michele Arcangelo (1582), costruita, su disegno di Orazio Porta nel XVI secolo, a forma di croce latina. Vi sono custodite opere di artisti del XVI e XVII secolo tra i quali Giacinto Gimignani e Matteo Rosselli, e anche un pregevole altare barocco in marmo disegnato da Andrea Pozzo e uno splendido crocifisso ligneo del XIV secolo;
– Il Museo comunale, che ospita pregevoli opere dal XIII secolo al XVIII secolo (tra cui due dipinti, San Francesco che riceve le stimmate e Madonna col Bambino, attribuiti a Luca Signorelli) e lo splendido Albero d’oro (conosciuto anche come Albero della vita o semplicemente Albero di Lucignano). Quest’ultimo è un reliquiario (alto circa 2,60 m), realizzato, tra il 1350 e il 1471, da Ugolino da Vieri e di Gabriello D’Antonio e proveniente dalla Chiesa di San Francesco. Dal fusto centrale, appoggiato su una teca a tempietto gotico a tre piani, partono dodici rami (sei per parte), il tutto sormontato da un crocifisso e un pellicano. I rami sono coperti da foglie decorate e piccole teche-reliquiario a cui apici vi sono medaglioni, che una volta raccoglievano miniature e cristalli di roccia, contornati da rametti di corallo a rappresentare il sangue di Cristo;
– La cinta muraria, che circonda il centro storico a forma di ellisse e da cui si arriva tramite le due porte di San Giovanni e San Giusto, entrambe realizzate nel 1371 (mentre una terza porta, anch’essa edificata nel 1371, è stata successivamente chiusa, ha preso il nome di Porta Murata; recentemente è stata riaperta ai visitatori).
– La Chiesa di San Biagio, nella frazione della Pieve Vecchia a cui da il nome, costruita là dove c’era l’antica pieve romanica di San Felice (1016), di cui resta tutt’oggi la torre campanaria.

Fonte Wikipedia, Comune di Lucignano. Adattato ad uso didattico. Foto: Tripadvisor
API key not valid, or not yet activated. If you recently signed up for an account or created this key, please allow up to 30 minutes for key to activate.

Hat es dir gefallen? Vielleicht gefällt es ja
auch deinen Freunden!